ricette 2018-03-08T12:09:12+00:00

LE RICETTE DEL BRIGANTE

Preparare la ricetta della pasta e fagioli è molto semplice: per prima cosa preparate 1/2 litro di brodo di carne o vegetale che vi servirà in seguito. Nel frattempo, tritate finemente il lardo e mettetelo a sciogliere in un tegame piuttosto capiente , quindi aggiungete 3/4 dell’olio: unite un trito finissimo di cipolla, aglio, sedano e carota.

Lasciate imbiondire il tutto e poi aggiungete la polpa di pomodoro;
quando i pomodori si saranno spappolati, aggiungete uno o due mestoli di brodo che lascerete asciugare completamente. Mentre il soffritto cuoce, ponete in un altro tegame la pancetta a dadini o listerelle; fatela soffriggere col suo stesso grasso disciolto, dopodichè aggiungete i fagioli (se per la realizzazione di questa ricetta utilizzerete dei fagioli secchi, ricordatevi di metterli ammollo almeno una sera prima per farli riprendere: durante la cottura dei fagioli, potete unire aromi e spezie (che poi eliminerete) come per esempio, aglio, salvia, alloro, e insaporire ulteriormente con un osso di prosciutto crudo oppure delle cotiche, come si usava una volta), che lascerete insaporire per qualche minuto; unite quindi un paio di mestoli di brodo e lasciate che venga assorbito dai fagioli. A questo punto, aggiungete i fagioli con la pancetta al soffritto e cuoceteli insieme per qualche minuto.

Mettete a lessare la pasta corta che preferite (come caserecce,  ditalini, pipe, ecc… o anche della pasta lunga spezzata) in acqua salata e, a metà cottura, unitela alla minestra di fagioli che avete preparato. Ultimate la cottura della pasta e fagioli aggiungendo quando serve, qualche mestolo di acqua di cottura o del brodo. La brodosità della pasta e fagioli dipende dai vostri gusti: aggiungete tanto liquido (caldo mi raccomando!) quanto ne servirà per ottenere la consistenza desiderata. Se volete ottenere una pasta e fagioli particolarmente cremosa, potete frullare con un mixer due o tre cucchiai di fagioli riducendoli in crema e aggiungerli alla pasta.

Se preferite una pasta e fagioli piuttosto asciutta, provate ad utilizzare delle tagliatelle:  sono davvero formidabili con i fagioli! A fine cottura unite un pò di pepe nero e il rimanente d’olio d’oliva crudo, lasciate insaporire per 1 minuto e servite la vostra pasta e fagioli ben calda.

Gli spaghetti con le vongole sono uno dei piatti più famosi ed apprezzati della tradizione culinaria Napoletana, dove sono più conosciuti come “vermicelli con le vongole”.

Anche se ormai gli spaghetti alle vongole vengono preparati in ogni angolo del mondo, è impossibile per chi si reca a Napoli non provare questo piatto delizioso, magari gustandoli in riva al mare.

Gli spaghetti con le vongole sono diventati anche uno dei piatti obbligatori per il cenone di Natale e di Capodanno

La preparazione degli spaghetti con le vongole inizia qualche ora prima: bisogna infatti lasciare le vongole qualche ora, meglio una nottata intera, in ammollo con abbondante acqua salata per permettere lo spurgo di eventuali impurità. Un trucchetto per eliminare subito le vongole che contengono sabbia è quello di picchiettarle una ad una su un tagliere dalla parte dell’apertura

Se uscirà della sabbia scura significa che la vongola sarà piena zeppa di sabbia e sarà quindi da buttare. Preparate una pentola capiente dove fare aprire le vongole a fuoco vivace; le vongole vanno tolte dal fuoco immediatamente dopo la completa apertura, niente è più dannoso per il sapore delle vongole che una cottura prolungata.

Dividete le fette di pane in due, tostatele sulla griglia oppure in forno, quindi strofinatele con lo spicchio di aglio. A parte, tagliate a cubetti i pomodori, il sedano e il cipollotto, quindi insaporiteli con il sale, il pepe e l’origano

In un cucchiaio di latte sciogliete lo zafferano ed unitelo al philadelphia; versate l’olio, aggiungete il basilico tritato, mescolate bene tutti gli ingredienti, quindi disponeteli sulle fette di pane e servite subito.