Gnocchi alla sorrentina: storia e ricetta

La cucina napoletana possiede da secoli una cospicua varietà di pietanze famose in tutto il mondo. Questa volta vogliamo approfondire una peculiare vivanda, tipica della costiera: gli gnocchi alla sorrentina. Il piatto sorrentino è risalente al XVI secolo, quando furono importate le prime patate dall’America, conquistando i palati di tutti i ceti sociali.
Etimologicamente, il termine gnocco deriverebbe da nocciolo per indicare la loro forma, anche se erano chiamati in modi differenti anche dai napoletani stessi.
Presso la corte degli Sforza, gli gnocchi, conosciuti come “zanzarelli”, erano una pietanza tipica dei banchetti di nozze o di grandi eventi militari, accompagnati da mandorle tritate, spinaci e latte; un’altra variante degli gnocchi dello statusbenestante, era nella versione del brodo di pollo.
Nella zona ai confini con il Lazio, invece, venivano chiamati i malfatti , chiamati così perché si preparavano senza badare troppo alla forma della pasta quando veniva tagliata dall’impasto principale.
Noi del Brigante dei Sapori ti sveliamo la ricetta più amata tra i migliori ristoranti dellaprovincia di Napoli!

Ingredienti per gli gnocchi
1kg di patate
350gr di farina 00
1 uovo
sale qb

Ingredienti per il sugo e il condimento
1 spicchio d’aglio
750gr di passata di pomodoro
Olio extravergine d’oliva
Basilico qb
250gr di mozzarella
100gr di parmigiano grattugiato
sale qb

Procedimento

Portare a bollore l’acqua, lessare le patate con la buccia. In un tegame a parte far rosolare l’aglio in un filo d’olio; togliere l’aglio e versare la passata di pomodoro aggiustando di sale. Quando il sugo è pronto, aggiungi qualche foglia di basilico e nel frattempo taglia a cubetti la mozzarella, tenendola da parte. Sbuccia le patate, schiaccia con uno schiacciapatate e addensale alla farina e all’uovo con un pizzico di sale. Appena l’impasto è pronto, dividilo in serpentelli e taglia gli gnocchi.
In una pentola dai bordi alti, porta a bollore l’acqua da salare leggermente e cala una porzione di gnocchi alla volta, da scolare non appena tornano in superficie. Nella terrina metti un po’ di sugo, versa un primo strato di gnocchi con una manciata di mozzarella, ricopri con altri gnocchi, sugo, mozzarella e parmigiano. In forno per cinque minuti a 220° et voilà, il piatto è pronto.

2019-01-28T14:55:38+00:00 Gennaio 28th, 2019|Blog Il Brigante dei Sapori|